Con Instagram puoi offrire più di ciò che immagini


Con Instagram puoi offrire più di ciò che immagini

Partiamo da qui: Instagram è il social numero uno per fare visual storytelling. In ogni strategia di marketing qualsiasi brand deve trovare la chiave utile per pubblicare contenuti di successo, che catturano l’occhio dell’utente che guarda.

Grazie a Instagram puoi spingere all’azione il tuo pubblico creando contenuti visuali, facendo parlare le immagini. Ma quali immagini e soprattutto in che modo? Ne parliamo qui…

Dalle immagini all’immagine aziendale

Nato nel 2010 come app per scattare foto e applicare filtri, Instagram oggi è il social che conta circa 700 milioni di utenti (+100 milioni solo negli ultimi mesi) e si dimostra una piattaforma in continua crescita e per questo motivo in linea con le strategie di marketing delle moderne aziende di oggi.

Per il suo carattere smart Instagram ha richiamato fin da subito all’azione utenti di giovanissima età, attratti dal comportamento più informale, immediato e quindi anche emozionale del social. Tuttavia questo non significa che pubblicare su Instagram significhi mettere in luce la parte meno seria di un brand!

Essere informali ed emozionali porta in verità qualsiasi azienda a un’apertura, alla creazione di contenuti in cui le persone possono riconoscersi.

Crea la tua community su Instagram

Una domanda sorge quindi spontanea: come fare? E soprattutto perché creare una community di utenti è utile per la propria strategia di marketing e pubblicitaria?

Fai chiarezza sull’obiettivo: aprire un profilo Instagram non è finalizzato alla raccolta di più utenti possibili, ma a trovare i contenuti ideali per attirare l’attenzione dei clienti e favorire l’interazione con il tuo brand.

Fondamentale è quindi identificare il mercato a cui ci si rivolge e a cui la comunicazione sarà diretta. Conoscere il target di riferimento aiuterà a raggiungere l’obiettivo primo (ovvero brand awareness). Una volta creata la tua community sarà importante chiarirsi quali contenuti pubblicare per spingere l’utente alla decisione di acquisto (o qualsiasi altro sia l’obiettivo aziendale). 

La strategia del microblogging

Vincere su Instagram significa creare un proprio feed omogeneo, che non confonda l’utente, ma anzi sia identificativo, personalizzato e attinente con il proprio business. Il buon contenuto visivo, ovvero le fotografie pubblicate, dovranno essere di qualità e saper coinvolgere.

Proprio perché si tratta di immagini parlanti dovranno contenere tutto ciò che ci interessa comunicare o creare curiosità che spinge a leggere della didascalia.

Immagini e parole devono quindi narrare molto più di ciò che si nota a prima vista: dovranno raccontare storie coinvolgenti con la tecnica del microblogging: pubblicazione costante di micro contenuti in rete sottoforma di immagini, video e testo.

Il segreto del microblogging non è offrire esclusivamente contenuti che vendono il prodotto; esso deve creare un rapporto di fiducia con l’utente pubblicando post previsti da un calendario editoriale precedentemente studiato e finalizzato a creare aspettativa.

Qualche curiosità: Instagram hashtag, video, Stories

Per attirare follower sulla tua pagina Instagram, per capire i comportamenti e i bisogni degli utenti, si può procedere ricercando per geotag e hashtag.

Utilizzare gli hashtag su Instagram è prezioso perché aiuta a tenere sotto controllo tutti i contenuti collegati al brand, utili per monitorare il sentiment in rete e inserire a nostra volta un contenuto pertinente e che ci identifica. Inoltre sono un rapido meccanismo per navigare velocemente lungo gli argomenti online, raggruppando messaggi di profili diversi, fungendo da  collegamenti ipertestuali.

Mixare foto e  video può generare molte più conversioni rispetto ai post di sole immagini. Come accade anche su Facebook il video coinvolge gli utenti in modo divertente, condivisibile e creativo. A cavallo tra contenuti fotografici e video si inseriscono le Instagram Stories: contenuti che spariscono dopo sole 24 ore e non appariranno mai sul profilo aziendale (a meno che lo si voglia). Coinvolgenti perché creano aspettativa danno la possibilità di creare una trama, da seguire a puntate con cadenza programmata.

Possiamo concludere che…

Per un brand creare una community attiva con Instagram è più che possibile senza investire troppe risorse. Il social aiuta a raggiungere un pubblico vasto a costi bassi, ma creare una strategia efficace richiede:

  • pianificazione e creazione di contenuti di valore (creazione di layout efficaci e copy di livello)
  • rispettare orari di pubblicazione e il calendario editoriale (progettazione e pianificazione di un piano quotidiano/settimanale)
  • ottimizzare i contenuti per aumentare l’interazione (richiede una minima consapevolezza dei frequenti aggiornamenti dell’algoritmo, in continua evoluzione)
  • generare nuovi contatti, clienti e monitorare l’efficacia della comunicazione

Per tutti questi motivi il consiglio:

è affidare il tuo brad e il tuo profilo a chi sa creare e scegliere l’immagine giusta per te!


Marketing km zero

Siamo una Web Agency di Bergamo specializzata nell'ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca.
Contattaci per avere maggiori informazioni.